Tavole cronologiche della storia cinese

dal libro Medicina Cinese: la radice e i fiori, di Giulia Boschi
Casa Editrice Ambrosiana
Tabelle tratte dal capitolo 3.

Dalla preistoria alla storia

 

Pleistocene
da 1.000.000 a 100.000 anni fa

Reperti archeologici testimoniano l’esistenza di tre diversi tipi di Homo: Yuanmouensis (Cina sudoccidentale) Lantianensis (Medio corso del fiume giallo) e Pechinensis (vicino all’attuale Pechino).

Primo neolitico

Presso Pechino vengono trovati i cadaveri di due donne e di un vecchio, vissuti circa 18.000 anni fa, che testimoniano la pratica di riti funebri (ornamenti ecc.) e l’evidenza di viaggi. Resti di popolazioni diverse, di Homo sapiens, vengono rinvenuti nel Sichuan (confine orientale dell’attuale Tibet) e nello Yunnan (estrema regione sud-occidentale). Tra i reperti ritrovati presso Pechino ci sono anche aghi d’osso.

VI millennio a.C.

Si distinguono tre culture diverse: Cishan nello Hebei meridionale (a sud di Pechino e a nord del Fiume Giallo), Peiligang nello Henan (a sud del Fiume Giallo sotto lo Hebei) e Hemudu (Zhejiang, foce del Fiume Azzurro). Accertata la coltivazione del riso nella cultura Hemudu.

V-IV millennio a.C.

Presso la valle del Fiume Giallo emerge la cultura Yangshao, a nord della foce la cultura Dawenkou. Alla foce del fiume azzurro si trova invece la cultura Qinglianggang. Statue di dee madri ritrovate nel 1986 nel Liaoning (nord-est di Pechino). I reperti della cultura Yangshao fanno pensare all’egualitarismo tribale tipico della cultura sciamanica. Nella cultura Dawenkou, invece, la divisione in classi risulta evidente; forse sacrifici animali nei riti funebri (maiali).

III millennio a.C.

Cultura Longshan con tre ceppi distinti nell’alto e medio corso del fiume giallo (derivazione Yangshao) e presso la sua foce (derivazione Dawenkou). Testa di divinità femminile a grandezza naturale del 3000 a.C. ritrovata a Niuhe Liang. Prime lavorazioni metallurgiche. Primi reperti di scapole di bovino utilizzate per la divinazione. Stratificazione in classi ormai definita.

Inizi del II millennio a.C.

Cultura Erlitou, nel medio corso del fiume giallo, forse identificabile con la dinastia Xia (2205-1751). Buona lavorazione del bronzo, evidente stratificazione sociale e pratiche di sacrifici umani. Probabilmente esiste già la civiltà Shang, che prenderà il predominio nella seconda metà del millennio.

Dinastia Shang
(1751-1122 a.C.)

Iscrizioni sulle ossa oracolari (oltre 3000 caratteri) e successivamente su bronzi sacrificali e commemorativi.

 Le dinastie cinesi

 

1122-1222 a.C.
Dinastia Zhou

1122-770 a.C.
Zhou Occidentali

770-222 a.C.
Zhou Orientali

Primavere e autunni
770-476 a.C.
Stati combattenti
476-222 a.C.

221-206 a.C.
Dinastia Qin

206 a.C-220 d.C.
Dinastia Han

206 a.C-9 d.C.
Han anteriori
23-220
Han posteriori

9-23
Dinastia Xin di Wang Mang

220-265
Tre Regni

220-265
Wei
221-263
Shu (annesso da Wei)
222-280
Wu

Nel 266 Si Mayan, dopo aver annesso Shu, fonda i Jin Occidentali che nel 280 annettono anche Wu

266-420
Dinastia Jin

266-316
Jin Occidentali

Dal 291 al 316 le lotte intestine permettono alle tribù barbare di invadere il nord della Cina

317-420
Jin Orientali

304-439
sedici regni barbari del Nord

420-589
Dinastie del Sud e del Nord

Sud:
420-479
Liu Song
479-502
Qi Meridionali
502-557
Liang
557-589
Chen

Nord:
336-534
I Toba-Wei nel 439 conquistano tutto il Nord
536-556
Wei Occidentali
534-550
Wei Orientali
557-581
Zhou settentrionali
550-577
Qi settentrionali

589-618
Dinastia Sui

618-907
Dinastia Tang

690-705
Interregno dell’Imperatrice Wu (Zhou)
755-763
Interregno di An Lu Shan (ed eredi)

907-960
Cinque dinastie del Nord

907-979
Dieci regni del Sud

960-1279
Dinastia Song

960-1127
Song
1127-1279
Song meridionali

Il nordest della Cina è diviso tra diverse tribù straniere

1279-1368
Dinastia Yuan (Mongoli)

1368-1644
Dinastia Ming

1644-1911
Dinastia Qing (Mancesi)

1911-1949
Prima Repubblica

1949-…
Repubblica Popolare

I commenti sono chiusi